Il Viaggio di Gerardo Fortino.

1988 Nasce Gerardo Fortino
1996 Giuseppe, papà di Gerardo decide di regalargli la sua prima macchina fotografica, dopo che le usa e getta della Kodak avevano sommerso la cameretta di Gerardo (Gerry)
1999

Gerardo inizia le scuole medie nel suo paese d’origine, un paesello vicino Cosenza. Un posto che non fa altro che alimentare il desiderio di Gerry verso la scoperta di mete sconosciute. 

In questi stessi anni, Gerry che viveva quasi sempre a casa di sua nonna poiché i rapporti con i genitori erano piuttosto conflittuali per via della separazione di entrambi, scopre i documentari del National Geographic alimentando così il suo desiderio di mete lontane.

2001

Gerardo si trasferisce a Cosenza con i sua madre, Assunta e inizia un percorso informatico presso l’Istituto Tecnico Industriale Antonio Monaco di Cosenza

A Cosenza incontra nuovi amici, tra cui Andrea, Francesco, Lorenzo ed Emilio, complici in diverse situazioni e assurdità commesse durante l’adolescenza.

2006 Si diploma come Perito tecnico informatico 
 2007

Si trasferisce in Abruzzo per iniziare una nuova avventura accademica presso l’Università degli Studi di Teramo nella Facoltà di Scienze della Comunicazione e Marketing & Pubblicità, lasciando gli amici d’infanzia e iniziando una nuovo capitolo.

Per tutto il percorso universitario Gerry s’imbatte in mille avventure. Diventa Consigliere degli Studenti di Facoltà, lavora presso gli uffici dell’Ateneo e collabora con l’Associazione Studentesca “il Latitante” di cui diventa poi leader insieme alla gestione del Giornale dell’Università.

2010 Gerry conferisce la laurea e decide di prendersi qualche mese di tempo per sé stesso.
2011 Gerry Vola a New York dove resterà per 6 mesi circa e imparerà nuovi metodi di fotografia e capirà lo street fotografico nella Grande Mela fino a raggiungere per circa 20 giorni lo stato delle Hawaii ad Honolulu.
2016

Ad agosto Gerry entra in contatto con Alice for Children di Milano con cui inizierà a collaborare con un servizio nelle Baraccopoli di Dandora e Korogocho di Nairobi e nella Discarica di Dandora e resterà per circa un mese.

Il 26 ottobre inaugurerà la sua personale presso il Salone d’Onore della Triennale di Milano nella mostra intitolata INSIDE NAIROBI in collaborazione con Roberta Gatti che diventerà una sua grande amica. L’esposizione gli darà l’occasione di arrivare in nuove vetrine di prestigio e in questa di vendere i suoi lavori fotografici con successo.

il 10 novembre Gerry grazie a una collaborazione con l’attuale GEDI Gruppo Editoriale S.p.a, pubblica “Nairobi l’Inferno dei VIVI” un testo fotografico di reportage che sarà poi distribuito in tutti i canali di distribuzione online della Feltrinelli italia. 

 2016/2017 Gerry entra in contatto con O.I.K.O.S. di Roma. Un’altra associazione con cui si vedrà qualche settimana dopo per andare in India, dove vivrà per quasi due mesi e scoprendo Calcutta, Jaipur, Mumbai, Agra e altri luoghi. Ciò che però resterà sempre vivido nel ricordo di Gerry è stata la possibilità di scoprire e vivere con il Popolo dei Binari.
2017

Gerardo viene contattato da Giuseppe Chiovaro direttore della Biennale di Roma. Offre a Gerardo l’occasione di candidarsi per la DODICESIMA BIENNALE che si terrà nelle Sale del Bramente di Piazza del Popolo a Roma.

il 20 marzo Gerardo viene chiamato per esporre presso il Centro Pastorale Pellegrini dei Tedeschi di Castel Sant’Angelo per la Selezione della Biennale di Roma che lo vedrà vincitore e perciò partecipante con due sue fotografie realizzate in India e Kenya.

il 1 aprile nella sua terra natale gli viene conferito il premio del GALARTE patrocinato dal Senato della Repubblica Italiana e dal Ministero per i Beni e le attività Culturali per i suoi reportage realizzati sia in Kenya sia in India.

Nel mese di luglio entra in contatto con Studenti Senza Frontiere Onlus di Roma, un’associazione non governativa che da dieci anni opera nella Tanzania e Zambia in alcune delle aree più remote del paese.

Il 28 ottobre realizza una sua personale a Cosenza, presso il (MaM) il Museo delle Arti e dei Mestieri della Provincia di Cosenza dove le sue opere avranno un grande successo nel territorio.

 2018

Gerardo viene contattato dall’Associazione cosentina “La Terra di Piero” per una missione nuovamente in Tanzania, decide di ritornare così in Africa.

A giugno Gerardo incontra Maria Laura Morgione, la sua compagna e convivente.

A settembre Gerardo pubblica il suo secondo libro “ai CONFINI della TANZANIA” creato in collaborazione con Studenti Senza Frontiere Onlus di Roma distribuito in tutti gli store della Feltrinelli online in Italia.

il 15 dicembre Gerardo inaugura una sua esposizione personale di anteprima presso lo Storico Gran Caffè Renzelli della città di Cosenza, un’istituzione cittadina e nel mondo. La mostra termina con un servizio di RAi 3.

Nel Caffè Renzelli Gerardo incontra Maria Pina Iannuzzi, Co Fondatrice della casa Editrice Le Pecore Nere Editorial che decide di pubblicare un catalogo con le sue opere migliori.

2019

Il 10 gennaio, Gerardo incontra la Gallerista Myriam Peluso, proprietaria della Galleria d’Arte Le Muse dove inizia un percorso professionale in partnership. 

il 4 febbraio inaugura la sua personale presso la Galleria della Dott.ssa Peluso che terminerà il 13 febbraio con un successo notevole- Alla prima sono intervenuti RAI 3, il Quotidiano e la Gazzetta del Sud. Il 7 febbraio la RAI convoca Gerardo per partecipare al Buongiorno Regione.

il 26 febbraio La rivista Infonight pubblica una biografia di Gerardo 

Stesso giorno, Gerardo tiene una Conferenza sulla Fotografia presso l’Istituto Lucrezia Della Valle in partnership con l’Azienda Dante Alighieri.

Il 15 marzo alle 19:30, Gerardo Fortino presenta una Lectio Magistralis presso le sedi dell’Università della Calabria in collaborazione con l‘Associazione Culturale Ladri di Luce e la Federazione Italiana Associazione Fotografiche Italiana 2414.

Continua….

Condividi sul tuo Social Preferito!