Torna alle Gallerie!

Baraccopoli di Dandora e Korogocho

In collaborazione con Alice For Children di Milano, una O.N.G. rappresentata da Diego Masi, da anni opera negli Slum (Baraccopoli) di Dandora e Korogocho in Kenya per tutelare il più numero di minori possibili, strappandoli dalle grinfie della Discarica di Nairobi. Un luogo crudele e brutale dove sono impegnati circa 10.000 persone tra cui il 55% ragazzi a smistare tutti gli scarti del mondo. 

La Nascita della Discarica di Dandora

Il centro di raccolta è di fatto la deriva di un accordo avvenuto tra la World Bank e il governo keniota. Inizialmente, tra il 1972 e il 1975, questo accordo prevedeva la costruzione di edifici completi di alloggi e servizi; si iniziò a costruire in seguito allo stanziamento di 30 milioni di dollari, finché non ci si rese conto che il luogo non era adatto a causa delle cave di pietra che avevano reso il terreno inutilizzabile per l’edilizia. Seguirono alcuni anni in cui la zona, che ancora non era diventata una discarica, fu abbandonata a se stessa: l’assegnazione delle case alle persone più bisognose divenne un miraggio, e il germe della malavita e dell’abusivismo cominciò a diffondersi con tenacia. Per porvi riparo, un nuovo accordo fu firmato nel 1978: prevedeva la sistemazione di strade e fognature oltre ad altri servizi che avrebbero dovuto riqualificare la zona. Anche questo progetto finì per deragliare e culminò con l’istituzione ufficiale di una “piccola” discarica in una cava vicino Dandora all’inizio degli anni ’80.

Vivere in Discarica

Intorno alla discarica, nelle numerose baraccopoli che la circondano (Korogocho, Lucky Summer, Babadogo e Dandora), vivono centinaia di migliaia di persone (solo Korogocho ne ospita 180.000) nella più totale povertà. Si calcola che ogni giorno 10.000 persone prestino “servizio” tra le montagne di rifiuti, selezionando il materiale da rivendere o il cibo ancora commestibile; il tutto per una paga di circa un euro al giorno.

Per maggiori informazioni Clicca QUI


Torna alle Gallerie!

Condividi sul tuo Social Preferito!